Allestimento e riapertura

SONO QUINDI STATE portate a termine le operazioni di recupero della documentazione dal palazzo della Prefettura da parte dei Vigili del Fuoco con il coordinamento degli archivisti; nel contempo si è proceduto alla sistemazione nella nuova sede di scaffalature fisse e compatte per circa 15 km lineari (corredate da impianti di sicurezza) e al progressivo trasporto e collocazione della documentazione. Queste ultime operazioni sono state rese possibili da un finanziamento speciale da parte del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, integrato e gestito dal Vicecommissario della Protezione civile per i beni culturali, ed effettuate con competenza ed efficienza dalla ditta ‘Premio’di Bologna.

Nuovi depositi
Nuovi depositiNuovi depositi

I nuovi depositi

La complessa opera di trasferimento e riordinamento della documentazione si è conclusa nel giugno 2009 grazie all’impegno del personale dell’Archivio, consentendo in tal modo la piena riapertura al pubblico. L’Archivio è inoltre disponibile a ospitare provvisoriamente e a rendere consultabili anche archivi comunali e di altri enti del territorio che ne facciano richiesta e già offre ospitalità alla Deputazione Abruzzese di Storia Patria e alla sua biblioteca, che sarà consultabile presso la sala di studio dell’Archivio.